Niente di speciale

In evidenza

zen

di Charlotte Jocko Beck, Astrolabio Ubaldini, 1994

Dal dramma all’assenza di dramma

Nella pratica dello Zen passiamo da una vita di dramma, una sorta di soap opera, a una vita di assenza di dramma. Benché possiamo affermare il contrario, i nostri drammi personali ci piacciono, e molto. Perché? Perché, qualunque sia il dramma in atto, noi ne siamo al centro, esattamente lì dove vogliamo essere. Con la pratica prendiamo a poco a poco le distanze dal pensiero assillante di noi stessi. Quindi, passare da una vita drammatica a una vita sdrammatizzata, per quanto insipido possa sembrare, è appunto lo scopo dello Zen. Vediamo meglio questo processo.

Continua a leggere

Rohatsu Sesshin 2017

rohatsu

 

La Rohatsu Sesshin commemora il risveglio dell Buddha Sakyamuni. Il ritiro è in silenzio e prevede meditazione seduta (Zazen), intervallata da meditazione camminata (Kinhin). Sono previsti inoltre pasti formali in comunità, insegnamenti sul Dharma, liturgia e Samu (lavoro), sotto la guida del Maestro rev. Sengyo Van Leuwen.

E’ una occasione importante per la pratica intensiva dello Zen, lontano dalle distrazioni della vita di tutti i giorni e dalle interferenze esterne.

Per chi lo desidera sarà anche possibile pernottare al tempio. Vi invitiamo a fornire la vostra adesione per tempo inviando una mail a tempiozenroma@gmail.com oppure chiamando il numero 366-4776978.

I costi di partecipazione sono di 70 euro per il programma completo di 3 giorni, 55 euro per 2 giorni, 30 euro per 1 giorno e di 20 euro per mezza giornata.

PROGRAMMA:

Venerdì, 8 dicembre 2017
07.15 apertura porte dojo
08.00 zazen – 08.30 kinhin – 08.40 zazen – 09.10 cerimonia
09.30 guenmai
10:00 pausa caffè e samu cucina
11.30 zazen – 12.10 kinhin – 12.20 zazen
13.00 pranzo
13.30 samu e pausa caffè
14.30 samu
16.30 – 18.30 zazen
18.45 cena
20.30 zazen – 21.00 kinhin – 21.10 zazen
22.45 riposo

Sabato 9 dicembre 2017
06.30 apertura porte dojo
07.00 zazen – 07.40 kinhin – 07.50 zazen – 08.30 cerimonia
09.10 guenmai
09.40 pausa caffè – samu cucina
11.00 zazen – 11.40 kinhin – 11.50 zazen
12.30 pranzo
14.30 samu
16.30 – 18.30 zazen
18.45 cena
20.00 zazen – kinhin – zazen
22.45 riposo

Domenica 10 dicembre 2017
06.30 apertura porte dojo
07.00 zazen – 07.40 kinhin – 07.50 zazen – 08.30 cerimonia
09.00 guen mai
09.30 pausa caffè – samu di pulizia e riordino
10.30 zazen – 11.10 kinhin – 11.20 zazen
12.30 cerimonia di chiusura e conclusione sesshin

Lo zazen di cui parlo non è una delle tante tecniche di meditazione, è il dharma della pace e della gioia profonda. E’ la pratica realizzazione del perfetto e immediato Risveglio. Zazen è la manifestazione della Realtà Ultima. (Dogen Zenji, Fukanzazenji – 1227).

Workshop Precetti

bodhisattva

Sabato 25 e domenica 26 novembre si terrà al Tempio Johoji un workshop di approfondimento sui voti e sui precetti di Bodhisattva. Questo il programma:

08.30 zazen
10.00 caffè
10.30 insegnamento
13.00 pranzo condiviso (ognuno porta una piccola cosa da mangiare insieme)/samu di pulizia
14.30 insegnamento
15.45 pausa per 15’
17.00 fine
Tutti sono i benvenuti, anche a chi si è affacciato solo di recente alla pratica dello zazen. Il workshop è particolarmente importante per chi intenda chiedere un’ordinazione, o per chi abbia ricevuto un’ordinazione e non avesse ancora avuto la possibilità di prendere parte ad un insegnamento dedicato ai precetti.
Non è previsto al contributo per questo insegnamento ma un fusé è sempre benvenuto!

Kusen – Zazenkai 12 novembre 2017

 

Kannon

di Sengyo Van Leuven

Durante lo zazen ritorniamo continuamente al contatto con il corpo, cioè siamo molto
consapevoli della totalità del corpo nella postura giusta, col respiro giusto. Quando
torniamo in contatto, significa che lasciamo la presa da ogni pensiero che è stato
sviluppato e vuol dire che non si crea piu tensione né nel corpo né nella mente. Si gira
totalmente lo sguardo verso l’interno e se si osserva intimamente – intimamente vuol dire al di là di ogni concetto, di ogni immagine – è veramente come stare in intimità con se stessi.

Continua a leggere

Zazenkai, 12 novembre

zazenkai

Lo Zazenkai è, nella tradizione Zen, una giornata di meditazione intensiva e di approfondimento della pratica Zen assieme agli altri membri del Sangha.

Quest’anno lo Zazenkai al Tempio Zen Jōhōji è previsto per il giorno 12 novembre e con il seguente programma:

08.00 – 09.30 zazen
09.30 – 09.50 cerimonia del mattino
11.30 – 13.00 zazen
13.00 – pranzo
13.30 – 14.15 samu e caffè/thé
15.00 – 15.50 zazen
15.50 – 16.20 mondo (domande al maestro)
16.40 – zazen
17.30 –  cerimonia della sera
17.40 – samu finale
18.00 – fine giornata

Il contributo di partecipazione è di 30 euro a persona per l’intera giornata e di 20 euro per la mezza giornata.

Per maggiori informazioni potete contattare il numero 366-4776978 oppure inviare una mail a tempiozenroma@gmail.com.

Introduzione allo Zen Sōtō

1468606826112288181

 

quando: Domenica 5 novembre, dalle ore 18:00 alle ore 20:00

dove: Associazione stART, Via Angiolo Cabrini 9 sc A int 1, 00139 Roma RM, Italia (mappa) citofono Sini/Traini (Silvia Sini tel. 347 4369543)

 

Un incontro per apprendere le basi dello Zen Sōtō dalla voce di un maestro. Oltre a una parte introduttiva e un momento di meditazione, vi sarà la possibilità di porre domande, avere chiarimenti o maggiori informazioni relative alla pratica dello Zen.

Ringraziamo l’Associazione stART per l’invito e l’ospitalità.

Nato in Belgio nel 1959, il maestro Sengyo Van Leuven arriva a Roma all’inizio del 2008. Ha ricevuto la trasmissione del Dharma dal suo maestro, Yuno Rech, nel 2011.
Sengyo Van Leuven è Kokusaifukyoshi (国際布教師 – Maestro autorizzato a diffondere il Buddhismo Sōtō Zen in Europa) per la Sōtōshu Shūmūchō (l’amministrazione della scuola Zen Soto di Tokyo, Giappone).

Il Tempio Buddhista Zen Sōtō Jōhōji (Continuità del Dharma) si trova a Roma ed è aperto a tutti coloro che vogliano praticare in modo autentico e sincero lo Zazen (meditazione seduta secondo la tradizione buddhista della scuola giapponese Sōtō Zen). Chiunque è benvenuto ad assistere e a partecipare agli incontri che si tengono settimanalmente (vedi orari). Nessuna distinzione viene fatta tra chi inizia e chi pratica regolarmente.

Oltre ai numerosi incontri settimanali di Zazen, il tempio organizza, con cadenza mensile, periodi di pratica intensiva (sesshin) della durata di alcuni giorni, oltre a lezioni di cucito (Fukudenkai) secondo la tradizione del maestro Kōdō Sawaki (1898-1965).

Il Tempio Jōhōji e l’Associazione Buppō che lo gestisce sono affiliati all’A.Z.I. (Associatione Zen Internazionale), alla ABZE (Association Bouddhiste Zen d’Europe), e alla Sōtōshu Shūmūchō.

 

locandina